Per gli amanti della poesia
 

La rana

cristina punto e basta 26 Gen 2016 11:38
Ho sparato le mie quattro cartucce per vederti morire sopra il dorso di una rana
asciutta.
Un gracidare per concupire misto a ricordi stagnanti che trovano spazio tra
melma e budella sparse, odori compatti e poesie sigillate sottopelle.
Sorde trivelle e sogni stonati, mi perdo qua e là, ma è solo un cra-crà
dichiarato per difetto su di un sasso stanco e un buco in terra per correnti
gelide a defluire.
Come farò ora a saltare di palo in frasca? Prigioniera atavica di una tasca?
Mi prendevi a cucchiaio nella tua zuppa madida, soffiata dietro il lobo di un
orecchio attento e ti gonfiavi di parole liquide, con quel fare un po' anfibio
che piaceva a me.
E stavo lì appesa alla tua ******* a sospirare il guizzo di un girino e dei
suoi perché.
Ora mi specchio in questo specchio e l'acqua non è più acqua.
Ma sono ancora qui, a giuncare fiori e fronde sopra a un letto di cenere.
Sonnecchio, mi stiro, mi parlo. Nuoto a balze, con gonnelle e tacchi a molla e
la sera ... la sera, sotto un cielo di luna piena, mi allungo tra pensieri e
mani palmate per cercare un po' di te e quel che resta dell'atopsia di una rana.
pgm 27 Gen 2016 06:24
Il 26/01/2016 11:38, cristina punto e basta ha scritto:
> Ho sparato le mie quattro cartucce per vederti morire


> Ma sono ancora qui, a giuncare fiori e fronde sopra

difficile commentare...
mi ricorda quando , quella volta, per colpire
una grossa e povera rana con la mia fionda
caddi dal ponticello nel limo.... e considerai
giusta la divina punizione
Da allora divenni vegetariano , e salvai molte
lumache ermafrodite,
e purtroppo anche .... pidocchi sociali
cristina punto e basta 27 Gen 2016 09:21
Il giorno mercoledì 27 gennaio 2016 06:24:10 UTC+1, pgm ha scritto:
> Il 26/01/2016 11:38, cristina punto e basta ha scritto:
>> Ho sparato le mie quattro cartucce per vederti morire
>
>
>> Ma sono ancora qui, a giuncare fiori e fronde sopra
>
> difficile commentare...
> mi ricorda quando , quella volta, per colpire
> una grossa e povera rana con la mia fionda
> caddi dal ponticello nel limo.... e considerai
> giusta la divina punizione
> Da allora divenni vegetariano , e salvai molte
> lumache ermafrodite,
> e purtroppo anche .... pidocchi sociali

In realtà ciò che ho scritto
non ha niente a che fare con
l'animale rana. È la sua forma
e i suoi movimenti che mi
fanno impazzire.
Io mangio pochissima carne
perché non mi piace, ma
non sono vegetariana :-(
purtroppo per la rana,
ho assaggiato qualche sua
parente ma devo dire che
non è stata un'esperienza
edificante, tutt'altro!
È un misto carne/pesce che
non proverò mai più

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Per gli amanti della poesia | Tutti i gruppi | it.arti.poesia | Notizie e discussioni poesia | Poesia Mobile | Servizio di consultazione news.