Per gli amanti della poesia
 

Canzone per Francesco (quindici lustri!)

pecco 14 Giu 2015 16:45
Settantacinque volte auguri,
settantacinque come i tuoi anni,
ultimo vivente dei "duri e puri"
che hanno cantato gioie e malanni.
Auguri a te che sento come fratello
e potresti essere mio padre o nonno,
auguri a te che cantasti "Il bello"
e bello era sentirti prima del sonno.
Da qualche anno non ti esibisci più
ma io t'ho visto in più d'un concerto,
anche di persona, sì, eri proprio tu:
la firma sulla chitarra mi hai offerto.
Hai accompagnato le mie prime cotte
cantando quasi sempre in prima persona:
hai rinverdito Cyrano e Don Chisciotte
e Samantha che amavo chiamar Simona.
Mi hai spiegato il valore delle Radici
e ho capito l'America grazie ad Amerigo,
ho pensato scritta per me "Gli amici",
ho conservato le tue canzoni nel frigo.
E al momento giusto le tiro ancora fuori
e con esse nutro fantasia e ispirazione,
b*****e dirti che sai parlare ai cuori
ma è la verità, o una splendida illusione.

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Per gli amanti della poesia | Tutti i gruppi | it.arti.poesia | Notizie e discussioni poesia | Poesia Mobile | Servizio di consultazione news.