Per gli amanti della poesia
 

Je suis Pecco

pecco 8 Mar 2015 21:25
Sono stato uomo di dialogo e di frontiera,
personaggio scomodo di giorno e di sera,
profeta e matto, surreale e con buon senso,
sono stato Gesù e Giuda, amaro e melenso.
Sono stato tutto e niente, lucente e oscuro,
dritto e rovescio, irremovibile e poi insicuro,
sono stato una coperta troppo lunga o corta:
a digiuno e con in bocca una fetta di torta.
Sono stato b*****e e assieme straordinario,
monocorde e multiforme, coerente e vario,
sono stato il solo a non essersi mai arreso
ed ero già al riparo quando mi hanno preso.
E ora in una prigione che si spaccia per vita
sorrido ma nell'animo ho una pena infinita:
la paura di non poter mai più vedere la vetta,
la volontà di riemergere, facendolo in fretta.
pgm 11 Mar 2015 13:25
Il 08/03/2015 21:25, pecco ha scritto:
> Sono stato uomo di dialogo e di frontiera,

> la paura di non poter mai più vedere la vetta,
> la volontà di riemergere, facendolo in fretta.

penso che un pecco così
non si trovi mai più

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Per gli amanti della poesia | Tutti i gruppi | it.arti.poesia | Notizie e discussioni poesia | Poesia Mobile | Servizio di consultazione news.