Per gli amanti della poesia
 

A D G L M T

cristina punto e basta 1 Dic 2015 23:51
Lo so
Credibile Hulk 3 Dic 2015 11:17
Scriveva cristina punto e basta martedì, 01/12/2015:
> Lo so

e se poi te ne penti?

--
http://credibilehulk.blogspot.it/
cristina punto e basta 3 Dic 2015 23:33
Credibile Hulk:

> e se poi te ne penti?

fumo un'altra sigaretta e riparto
pgm 5 Dic 2015 02:23
Il 03/12/2015 23:33, cristina punto e basta ha scritto:
> Credibile Hulk:
>
>> e se poi te ne penti?
>
> fumo un'altra sigaretta e riparto
>
e chi ti può capire ?
cristina punto e basta 5 Dic 2015 12:48
ore 02:23 pgm:

> e chi ti può capire ?

naturalmente nessuno
cristina punto e basta 5 Dic 2015 13:36
È passato un anno e non posso fare a meno di pensarci.
I numeri, i numeri ma più ancora le date, mi danno il tormento, sono ancora uno
zoccolo duro, il mio banco di prova.
È stato il giorno in cui la parola "metastasi" si è conficcata
contemporaneamente nel mio cuore e nel mio cervello come una pallottola sparata
a tradimento.
Eri spaventato, ed io più di te.
Marta ostinata, iniziava a ricucirmi le ferite da dentro.
Incominciava la nostra discesa.
La paura ha un odore tutto suo e nonostante sia passato un anno è un odore che
ricordo benissimo, un effetto pungente che blocca i sensi e fa colare il naso in
continuazione al punto che ci si deve nascondere.
Non ti accorgi mai veramente di qualcosa fino a quando non ci sbatti contro
anima e corpo, e la mia anima ed il mio corpo erano condivisi e ricettivi come
non mai. Così ricettivi che la mia pressione arteriosa è schizzata alle stelle
e non c'era medicinale che la tenesse a bada, peggio di un cavallo imbizzarrito.
Mi toccava barare e compilavo tutti i giorni il diario pressorio di un'altra
persona che in realtà avrei dovuto essere io e non sapevo più se ero io o
un'altra.
Ricordo anche un dolore subdolo e costante alla ******* e parole, parole che non
sono mai uscite. Chiuse in un angolo ad aspettare il momento buono.
Se ne escono solo adesso, a fiotti, su fogli di carta che dovrei stracciare.
pgm 6 Dic 2015 01:54
Il 05/12/2015 13:36, cristina punto e basta ha scritto:
>
> È passato un anno e non posso fare a meno di pensarci.

> Ricordo anche un dolore subdolo e costante alla ******* > Se ne escono solo
adesso, a fiotti, su fogli

Immenso è il respiro della sofferenza
che sale dalla Terra al cielo

(ieri in H andato per uno e
trovati 4... senza speranza
cristina punto e basta 6 Dic 2015 09:30
pgm:

>(ieri in H andato per uno e
trovati 4... senza speranza

1:54 ore piccole
un po' come me
pgm 6 Dic 2015 19:30
Il 06/12/2015 09:30, cristina punto e basta ha scritto:
> pgm:
>
>> (ieri in H andato per uno e
> trovati 4... senza speranza)
>
> 1:54 ore piccole
> un po' come me

Commovente come ti accontenti di poco,
del minimo, quasi dell'indispensabile
cristina punto e basta 6 Dic 2015 20:42
pgm:

>Commovente come ti accontenti di poco,
>del minimo, quasi dell'indispensabile

eppure non mi sono mai accontentata di poco, com'è strana la vita
Swan 6 Dic 2015 22:09
Cristina, ti voglio bene.
cristina punto e basta 7 Dic 2015 08:13
Swan:

>Cristina, ti voglio bene.

anch'io swanina
pgm 8 Dic 2015 06:21
Il 07/12/2015 08:13, cristina punto e basta ha scritto:
> Swan:
>
>> Cristina, ti voglio bene.
>
> anch'io swanina
>
ma che bene è ?
senza comunicazione attenta,
continuata,empatica...
Mi pare simile a chi dice ad un
affamato: mangia
cristina punto e basta 8 Dic 2015 08:59
pgm:

> ma che bene è ?
>senza comunicazione attenta,
>continuata,empatica...
>Mi pare simile a chi dice ad un
>affamato: mangia

io so perché Swan mi vuole bene
e lei anche
e in fondo anche tu
nonostante tutto
Urbano 8 Dic 2015 23:02
cristina punto e basta ci ha detto :
> È passato un anno e non posso fare a meno di pensarci.
> I numeri, i numeri ma più ancora le date, mi danno il tormento, sono ancora
> uno zoccolo duro, il mio banco di prova. È stato il giorno in cui la parola
> "metastasi" si è conficcata contemporaneamente nel mio cuore e nel mio
> cervello come una pallottola sparata a tradimento. Eri spaventato, ed io più
> di te. Marta ostinata, iniziava a ricucirmi le ferite da dentro. Incominciava
> la nostra discesa. La paura ha un odore tutto suo e nonostante sia passato un
> anno è un odore che ricordo benissimo, un effetto pungente che blocca i sensi

> e fa colare il naso in continuazione al punto che ci si deve nascondere. Non
> ti accorgi mai veramente di qualcosa fino a quando non ci sbatti contro anima
> e corpo, e la mia anima ed il mio corpo erano condivisi e ricettivi come non
> mai. Così ricettivi che la mia pressione arteriosa è schizzata alle stelle e

> non c'era medicinale che la tenesse a bada, peggio di un cavallo
> imbizzarrito. Mi toccava barare e compilavo tutti i giorni il diario
> pressorio di un'altra persona che in realtà avrei dovuto essere io e non
> sapevo più se ero io o un'altra. Ricordo anche un dolore subdolo e costante
> alla ******* e parole, parole che non sono mai uscite. Chiuse in un angolo ad
> aspettare il momento buono. Se ne escono solo adesso, a fiotti, su fogli di
> carta che dovrei stracciare.

ho letto tutto!

--

--------
eh?(cit)
Urbano 8 Dic 2015 23:10
Urbano scriveva il 08/12/2015 :
> cristina punto e basta ci ha detto :
>> È passato un anno e non posso fare a meno di pensarci.
>> I numeri, i numeri ma più ancora le date, mi danno il tormento, sono ancora
>> uno zoccolo duro, il mio banco di prova. È stato il giorno in cui la parola
>> "metastasi" si è conficcata contemporaneamente nel mio cuore e nel mio
>> cervello come una pallottola sparata a tradimento. Eri spaventato, ed io
>> più di te. Marta ostinata, iniziava a ricucirmi le ferite da dentro.
>> Incominciava la nostra discesa. La paura ha un odore tutto suo e nonostante
>> sia passato un anno è un odore che ricordo benissimo, un effetto pungente
>> che blocca i sensi e fa colare il naso in continuazione al punto che ci si
>> deve nascondere. Non ti accorgi mai veramente di qualcosa fino a quando non
>> ci sbatti contro anima e corpo, e la mia anima ed il mio corpo erano
>> condivisi e ricettivi come non mai. Così ricettivi che la mia pressione
>> arteriosa è schizzata alle stelle e non c'era medicinale che la tenesse a
>> bada, peggio di un cavallo imbizzarrito. Mi toccava barare e compilavo
>> tutti i giorni il diario pressorio di un'altra persona che in realtà avrei
>> dovuto essere io e non sapevo più se ero io o un'altra. Ricordo anche un
>> dolore subdolo e costante alla ******* e parole, parole che non sono mai
>> uscite. Chiuse in un angolo ad aspettare il momento buono. Se ne escono
>> solo adesso, a fiotti, su fogli di carta che dovrei stracciare.
>
> ho letto tutto!

e continuerò
a
leggere tutto

--

--------
eh?(cit)
pgm 9 Dic 2015 06:53
Il 08/12/2015 08:59, cristina punto e basta ha scritto:
> pgm:
>
>> ma che bene è ?
>> senza comunicazione attenta,
>> continuata,empatica...
>> Mi pare simile a chi dice ad un
>> affamato: mangia
>
> io so perché Swan mi vuole bene
> e lei anche
> e in fondo anche tu
> nonostante tutto
>
c'è del vero in quel che dici
ma qualche parolina in più non.... guasterebbe
pgm 9 Dic 2015 06:54
Il 08/12/2015 23:10, Urbano ha scritto:

>> ho letto tutto!
>
> e continuerò
> a
> leggere tutto
attento a non dissanguarti

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Per gli amanti della poesia | Tutti i gruppi | it.arti.poesia | Notizie e discussioni poesia | Poesia Mobile | Servizio di consultazione news.